• Sii sano

6.030 visite

Sesso e protesi, i “miracoli” dell’anca femminile

Dopo l’intervento di sostituzione, migliorano le prestazioni a letto

Che nesso c’è tra il sesso ed una protesi all’anca? Apparentemente nessuno e meno che mai se parliamo di rapporti sessuali  della donna.

Ma se riflettete per un attimo a cosa determina una degenerazione dell’articolazione dell’anca, e quale postura assume la donna durante il rapporto sessuale, almeno nella posizione più tradizionale e diffusa, della del ” missionario”, allora vi renderete conto che non sono solo le protesi del pene maschile a migliorare le performance sotto le lenzuola, ma ce ne sono altre, che nulla hanno a che vedere con gli organi sessuali, che migliorano le performance sessuali femminili. Di che si tratta?

 

Leggi anche: Sesso, ecco la posizione più amata dalle donne autoritarie

 

Il contesto sesso-anca

L´idea di dovervi sottoporre a un intervento chirurgico per una protesi di anca o ginocchio vi spaventa, è comprensibile.

Da oggi, però, potreste far leva su un buon motivo di conforto per affrontare meglio l´operazione: quando tutto sarà finito, le vostre prestazioni a letto miglioreranno nettamente. Specie se siete donne.
Lo ha dimostrato una ricerca presentata all´ultimo meeting annuale dell´, secondo cui il 90% dei pazienti che ha subito una sostituzione completa dell´anca o del ginocchio riacquista la normale funzionalità sessuale dopo l´intervento.

 

Leggi anche: Le posizioni del sesso che fanno bene a lei

 

Lo studio
L´indagine – condotta da Jose Rodriguez del Center for Joint Preservation and Reconstruction del Lenox Hill Hospital di New York (Usa) – ha coinvolto 147 pazienti sotto i 70 anni, 68 uomini e 78 donne per un´età media di 57,7 anni.

I risultati segnalano che il 77% dei pazienti lamentava problemi fisici nello svolgimento delle normali attività sessuali prima dell´intervento: il 67% lamentava dolore, il 36% rigidità, il 49% riduzione della libido, il 14% incapacità di mantenere la posizione corretta.

Il 90% dei partecipanti allo studio ha confessato di soffrire di freni psicologici legati all´osteoartrite: il 91% per la riduzione del benessere generale, il 53 % per la perdita della propria sessualità.

 

Leggi anche : Artrite, 10 cosi difficili per una donna malata

Dopo l´intervento chirurgico, il 42% dei pazienti ha riportato un aumento della libido, il 41% un aumento della durata del rapporto sessuale, l´80% un miglioramento del benessere generale e il 53% un incremento della propria immagine sessuale.

Nel complesso il 90% ha riferito di aver potenziato e normalizzato la funzionalità sessuale in seguito all´operazione chirurgica.

 

Sesso, sai dire di no? Scoprilo con IL TEST

 

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

https://medicaments-24.com

www.best-cooler.reviews

budmagazin.com.ua
}