• Sii sano

2.147 visite

Il sale? Come scegliere quello giusto e quanto mangiarne

Le nuove indicazioni dell’Oms riducono i limiti massimi di sale. Ma bisogna saper scegliere: sale raffinato, sale iodato, sale marino, iposidico o aromatizzato? Ecco la guida al sale migliore.

Come scegliere il sale giusto


Scegliere il sale giusto e più adatto alla salute è dunque assai consigliabile. In commercio ce ne sono ben 5àvarietà, ma pochi sanno cogliere le differenze;àdunque eccovi una piccola guida per capire e scegliere quello che fa al caso vostro.

    1. Il sale raffinato nasce dalla combinazione tra cloruro e sodio, appunto il cloruro di sodio, che non è mai puro e viene quindi raffinato per eliminare le tracce degli altri sali, per impedire che assorba acqua e diventi umido.

 

    1. Il sale integrale, cioA? marino non raffinato, è ideale per chi è attento a un’alimentazione vegetariana e salutista. Questo tipo di sale si ottiene attraverso lA?evaporazione dellA?acqua, viene fatto disidratare al sole, infine nuovamente disciolto in acqua, filtrato e cristallizzato. Ha un gusto meno “salato .

 

    1. Il sale iodato è consigliato per prevenire l’ingrossamento della tiroide, che determina il gozzo. Si ottiene aggiungendo una piccola quantità di iodio al comune sale da cucina.

 

    1. Il sale iposodico rientra nei prodotti dietetici e viene abitualmente consumato da chi segue un regime alimentare povero di sodio. Attenzione, perA?, perchè viene arricchito con sali di potassio, utili per la riduzione della pressione, ma deleteri per chi soffre di problemi renali.
  1. àIl sale aromatizzatoàsi usa in cucina per arricchire di sapore piatti di carne o pesce.

 

Leggi anche: PerchA? troppo sale fa male alla salute

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

У нашей компании нужный веб сайт на тематику Купить Супер камагра http://pills24.com.ua
www.shopvashtextil.com.ua

У нашей компании важный веб сайт , он описывает в статьях про farm-pump-ua.com/.
}