• Sii sano

1.329 visite

Running: le 4 regole d’oro per correre senza farsi male

La passione del runnig contagia gli italiani: sono 6 milioni gli italiani che corrono regolarmente per sentirsi meglio. Ma chi sono? Quanti anni hanno? A quali rischi di salute vanno incontro? E come evitare questi rischi?

A rispondere alle domande che soprattutto in primavera si fa un italiano su 4 sono un ortopedico ed un campione di running. Il primo è Marco Bigoni della Clinica Ortopedica Università Milano-Bicocca Ospedale San Gerardo Monza (MB), il secondo è Federico Pellegrino, campione del Mondo di sprint nel 2017.

La corsa è diventata una vera e propria “malattia” positiva e contagiosa. I circa 6 milioni di persone che praticano running, sono per la maggior parte uomini (55%) e il 45% donne, di tutte le età.

Colpisce la distribuzione omogenea dei maratoneti fra quasi tutte le classi d’età: : il 27% ha fra i 25 e i 34 anni, il 25% fra i 35 e i 44, il 21% fra i 45 e i 54, e l’8% over 55.
La ragione per cui corrono ? 3 su 4 ( il 77%) corre per tenersi in forma, il 76 % per rimanere in salute e il 61% per divertirsi.

 

Sei in forma? Scoprilo con IL TEST

 

Dunque, la corsa, oltre ad essere uno sport semplice da praticare (basta avere la motivazione giusta e scendere in strada o al parco), ha un impatto molto positivo sulla salute, contrastando alcuni dei rischi dovuti alla sedentarietà.

Secondo uno studio del Journal of American College of Cardiology, correre anche solo 5-10 minuti al giorno e a basse velocità può contribuire ad una riduzione del rischio cardiovascolare.

A? stato dimostrato inoltre che la corsa può agire positivamente sul benessere psico-fisico della persona, contrastando l’ansia e intervenendo sulla produzione di serotonina, l’ormone del buonumore.

Secondo una meta-analisi condotta dal professor Larry Leith, docente dell’Università di Toronto, l’esercizio fisico di tipo aerobico, che non superi il 60% della frequenza cardiaca massima possibile per il paziente, può avere effetti positivi sul suo stato di ansia.

 

Leggi anche: Sport, i rischi e i vantaggi di correre a ritmo di musicaà

 

 

Ià 5 rischi da evitare

 

Quando si riprendono la corsa e gli altri sport all’aperto, è importante adottare alcuni utili accorgimenti per evitare fastidi o infortuni come spiega Marco Bigoni (Clinica Ortopedica Università Milano-Bicocca Ospedale San Gerardo Monza):

Articolazioni – àQuando si pratica running è importante stare attenti alle articolazioni, in particolare caviglia e ginocchio, e ai possibili microtraumi, causati da una eccessiva sollecitazione articolare, dal terreno sconnesso, da un riscaldamento insufficiente o da un trauma precedente.La distorsione della caviglia, ad esempio, causata da una rotazione non controllata della pianta del piede, è uno gli infortuni più comuni.

Acido lattico – Un altro possibile inconveniente a cui vanno incontro i runner è l’acido lattico: quando non si è allenati è molto facile incorrere in crampi, dolori intensi e bruciori dovuti ad una…..(segue)

Tag:
Bruno Costi
Bruno Costi

Direttore Responsabile Staibene.it

Был найден мной нужный веб сайт со статьями про суррогатные мамы.
seotexts.com

steroid-pharm.com/tren-a-100.html
}