• Sii sano

857 visite

Salmone e aringhe, i migliori salvacuore

Precedono sardine, tonno, merluzzo e sogliola nella speciale classifica di pesci più ricchi dei benefici acidi grassi omega 3

8 DIC – Una corretta prevenzione cardiovascolare inizia con il controllo dell’alimentazione. In una dieta equilibrata, infatti, non deve mai mancare il pesce, con il suo apporto degli acidi grassi omega-3. L’invito arriva dall’XXII Congresso nazionale della Società italiana per lo studio sull’arteriosclerosi (Sisa), che si è svolto a Roma.
Gli omega-3 sono una categoria di acidi grassi essenziali, indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo. Sono noti soprattutto per essere dei protettori del cuore, dato che riescono a ridurre i trigliceridi e ad aumentare il colesterolo buono (HDL). Gli omega-3 sono presenti in tutti i pesci in quantità variabili, tuttavia gli esperti della SISA hanno stilato una “speciale classifica” in cui sono indicati i pesci che ne sono più ricchi. Considerando quindi una portata standard da 90 grammi, il salmone contiene 1,83 g di omega-3, l’aringa 1,80, le sardine 0,90, il tonno 0,73, il merluzzo 0,46 e infine la sogliola 0,43.
Secondo gli esperti una buona ricetta "salvacuore" prevede per le persone sane l’assunzione di pesce almeno due volte la settimana, per assicurarsi circa mezzo grammo al giorno di omega-3, mentre per chi ha già avuto incidenti cardiovascolari è necessario aggiungere al pesce integratori farmacologici a base di omega 3, così da arrivare ad assumere un grammo al giorno di questo particolare tipo di grasso.
“Secondo le ultime evidenze scientifiche", afferma Lucio Capurso, Primario di Gastroenterologia al San Filippo Neri di Roma, "c’è un rapporto diretto tra la quantità di pesce che viene assunta e la riduzione del rischio di andare incontro a ictus o malattie coronariche. Sappiamo infatti che mangiare pesce almeno un paio di volte al mese garantisce una diminuzione del rischio di ictus pari al 10 per cento, se si passa a più di tre quattro volte al mese si può arrivare fino ad una riduzione del rischio pari al 30 per cento”.

Redazione Staibene.it – 2008
Tag:
Redazione Staibene

www.agroxy.com

www.cialis-viagra.com.ua

www.farm-pump-ua.com/peptidy.html
}