• Sii sano

1.096 visite

Salviamoci dal mal di testa

Se lo conosci, lo eviti. E lo contrasti meglio

Salviamoci dal mal di testa

I motivi per cui si scatena

È un problema con cui tutti – chi più, chi meno – abbiamo avuto a che fare, per le cause più diverse. Per la gran parte delle persone, poi, è una patologia cronica. Il mal di testa colpisce infatti circa 7 milioni di italiani: per l’80%, donne. Come si spiega? Non solo con i fattori ormonali come il ciclo mestruale, l’uso della pillola anticoncezionale o la menopausa: se le donne soffrono di emicrania quattro o cinque volte più degli uomini, la colpa è anche dello stress. Una pressione psicologica scatenata magari da troppe ore di palestra o altri sport, della mania dell’abbronzatura che spinge a esporsi eccessivamente al sole, dal fumo, dall’insonnia e dalla gola: sotto accusa potrebbero anche essere l’abuso di cioccolato, molluschi e formaggi, oltre che l’eccesso di caffè e alcolici.
Non a caso l’Organizzazione mondiale della Sanità ha inserito la cefalea tra le 20 malattie più disabilitanti del mondo. Il mal di testa è invalidante dal punto di vista fisico, psicologico e lavorativo. Sul corpo, oltre al dolore, incide sotto forma di chili di troppo: in Italia il 30% di chi soffre di cefalea è sovrappeso od obeso.
Le conseguenze sulla psiche sono perfino più serie. Uno studio Usa condotto dalla University of Toledo nell’Ohio, ha dimostrato che chi soffre di mal di testa cronico ha probabilità quattro volte superiori di sviluppare una forma di depressione.
E poi c’è l’aspetto lavorativo. Tra giornate perse e spese sanitarie, ogni anno in Italia vanno in fumo 3,25 miliardi di euro. È stato calcolato che, dal punto di vista dei costi sociali, il mal di testa pesa più di diabete o infarto. Senza contare l’incidenza sulla qualità della vita del paziente, superiore a quella di malattie croniche come diabete o ipertensione.
Redazione Staibene

www.vy-doctor.com.ua

купить Biotech BRUTAL Anadrol

adulttorrent.org
}