• Sii sano

1.228 visite

Scoperto il “termostato della felicità”

Nel cervello c’è un meccanismo che regola gli sbalzi di umore, riequilibrandolo dopo gli eccessi positivi e negativi. Ecco come funziona

Quando ci arrabbiamo terribilmente. E quando invece ci sbellichiamo dalle risate. Interviene in entrambi i casi, il “termostato della felicità”, per restituirci un po’ di buonumore quando il morale è sotto i tacchi, e per riportarci con i piedi per terra, quando siamo al settimo cielo.

È la scoperta di uno studio inglese diretto da Yannis Georgellis della Brunel University presso Uxbridge, secondo cui ci sono momentanei periodi di maggiore felicità o di forte tristezza in relazione a certi eventi, ma poi di base ciascuno torna al proprio livello di benessere. Grazie al “termostato”.

L’indagine ha tenuto sotto osservazione per ben 20 anni centinaia di individui tedeschi dai 18 ai 60 anni, misurando periodicamente il loro livello di benessere e annotando tutti gli eventi più importanti e significativi delle loro vite.

È emerso che ciascuno si assesta su un proprio livello di benessere e tutti gli eventi della vita, anche i più traumatici e positivi, non possono che turbare transitoriamente questo stato che poi torna al punto di partenza, come una molla torna sempre alla lunghezza originaria dopo essere allungata o compressa.

La grande gioia di un figlio dura due anni, poi la felicità ritorna al “livello base”, così come l´infelicità di un incidente, di un lutto, di un divorzio rientra dopo un paio d´anni.

Redazione Staibene

www.optiontradingstrategies.net

adulttorrent.org/search/nina lawless

www.topobzor.info
}