• Sii sano

796 visite

Sonno dei bambini: le 5 regole per farli dormire

Il sonno dei bambini è uno dei tormenti più frequenti per le giovani mamme e per i papa, perchè spesso i neonati e poi i bimbi si svegliano la notte, più volte, e dormono poco anche durante il giorno.

Ma i genitori, che spesso lavorano, non recuperano il riposo, e lo stress e la stanchezza rendono ancora più pesante i risvegli dei bambini. Ma quanto devono dormire i bambini? Quanto è importante per loro il sonno? Cosa provoca i risvegli continui? Che fare per rendere sereno il sonno dei bambini e ridurre i risvegli?

Le neuroscienze e la pediatria si sono occupate intensamente del problema e secondo quanto riportato in un articolo scientifico scritto dal Responsabile del Dipartimento pediatria e direttore medico dell’Unità del sonno della clinica Quiron di Valencia, sono giunte a stilare le 6 regole d’oro per il sonno tranquillo dei nostri piccoli.

 

Leggi anche: Sonno sregolato? Ecco perchè fa male ai bambini

 

Il sonno dei bambini

Non sappiamo ancora bene perchè, ma la scienza ha appurato 5 certezze sul sonno:

  1. che il sonno è cruciale per chiunque, e dormire ogni giorno le ore giuste, nel momento giusto e con un sonno di buona qualità è fondamentale per una vita sana;
  2. che nei neonati è cruciale anche per il loro sviluppo;
  3. che nei primi 24 mesi di vita i neonati ne passano complessivamente 13 a dormire ;
  4. che la qualità del sonno della prima infanzia condiziona il comportamento e la capacità di attenzione dei bimbi quando arriveranno all’età adulta.
  5. che la sede del meccanismo che regola il sonno è il sistema nervoso centrale, ovvero il nucleo soprachiasmatico che è l’orologio biologico di ognuno di noi.

Il sonno dei bambini poi è stato negli ultimi vent’anni attentamente studiato, soprattutto in relazione all’evoluzione nelle varie fasi di crescita, consentendo di cambiare molti punti di vista sulla questione.

Sappiamo, dunque, ora che il concetto di dormire tutta la notte per un bambini di 18 mesi comprende tre aspetti:

  • un aspetto strettamente individuale, ovvero un periodo di sonno variabile per ogni bambino ed ogni fase di crescita;
  • un orario di sonno simile al resto della famiglia;
  • una capacità del bambino di rimettersi a dormore in modo autonomo dopo le naturali interruzioni notturne.

 

Leggi anche: Le 10 regole per il buon sonno dei bambini

 

Cosa condiziona il riposo dei bambini 

Questo approccio ha consentito di mettere a fuoco meglio alcuni fattori che condizionano il riposo dei bambini che prima non erano stati attentamente considerati.

( segue)….

Tag:
Bruno Costi
direzione staibene.it

}