• Sii sano

950 visite

Sposarsi fa bene al sesso

Il matrimonio fa scoprire alle donne i veri piaceri del sesso, migliora la qualità dei rapporti sessuali

Altro che tomba dell’amore. Il matrimonio (ma anche la convivenza, insomma, la vita a due in generale) fa bene al sesso, lo stimola, lo rivitalizza, fa riscoprire alla donna il piacere sotto le lenzuola. Una volta sposate, per le italiane i rapporti sessuali diventano più soddisfacenti. La rivoluzione copernicana di una delle convinzioni più radicate, in fatto di sessualità, arriva da un sondaggio condotto dall´associazione Donne e Qualità della Vita, su un campione di 1200 donne italiane di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sposate o conviventi.

Alla scoperta del vero piacere
L´80% del campione esaminato dichiara che la propria vita sessuale è nettamente migliorata dopo il matrimonio, o con la convivenza, grazie a una complicità e a un´intesa costruita nel corso del tempo, oltre che a un miglior dialogo con il partner.
Quanto ai rapporti a lungo termine e la vita di coppia, il 63% non disdegna la promiscuità sessuale prima del fatidico “sì”, ma dichiara indispensabili lealtà e fedeltà nei confronti del marito/compagno. Archiviato il periodo della sperimentazione, è all´interno di un´unione stabile che ci si dedica alla scoperta del piacere, dell´intimità e della complicità che solo un rapporto duraturo può garantire.

La stabilità rafforza l’eros
Nonostante i dati Istat confermino che il numero delle matrimoni celebrati in Italia dai primi anni Settanta a oggi sia in caduta libera, mentre aumentano al contrario le unioni di fatto, dal sondaggio emerge che è la stabilità a potenziare l´eros. Per il 48% delle ragazze intervistate il matrimonio e i figli sono un traguardo importante da raggiungere nella vita e solo il 23% del campione considera il divorzio una via d´uscita nel caso il rapporto vada a rotoli. Nonostante ci si sposi sempre meno e più tardi, intorno ai 33 anni per gli uomini e ai 30 per le donne, è l´unione matrimoniale o comunque la convivenza a regalare momenti di vera e duratura passione alle italiane.

Prima del matrimonio, sesso a volontà
A giudicare dai dati raccolti dal sondaggio comunque, sembrerebbe che le giovani donne italiane non si neghino proprio niente, almeno fino alla solenne promessa o all´impegno più stabile. Promiscuità, incontri fugaci, rapporti usa e getta: le italiane non esitano a rivelare, e soprattutto a praticare, comportamenti a dir poco libertini nell´approccio con l´altro sesso. Solo il 3% delle ragazze intervistate ha affermato di voler arrivare illibata al matrimonio, mentre ben il 56% del campione svela di aver iniziato a fare sesso intorno ai 15-16 anni. Il 32% delle donne che hanno partecipato al sondaggio ha ammesso di essere stata infedele, mentre solo una su quattro ritiene di essere stata tradita dal proprio boyfriend. Il 18% delle intervistate ha dichiarato di non essere innamorata del primo partner con cui ha fatto sesso e solo una su tre crede che sia indispensabile provare coinvolgimento sentimentale verso l´uomo per poterci andare a letto. Sette su dieci hanno inoltre ammesso di aver avuto incontri di una sola notte almeno una volta nella vita e due su dieci, al di sotto dei vent´anni, affermano di aver avuto almeno cinque rapporti con partner occasionali.

Redazione Staibene

igloo stainless steel coolers

У нашей фирмы популярный портал , он рассказывает про 10 лучших внешних аккумуляторов в 2017 году.
}