• Sii sano

616 visite

Stipendio basso? Pressione alta

Chi guadagna poco è più a rischio di soffrire di ipertensione

Tra le tante conseguenze di questo periodo di crisi economica, ci sono anche quelle per la salute. Ansia e stress, ma anche altre malattie psicosomatiche, sono le tipiche ripercussione di questa situazione. Ma ce ne sono anche altre: l´ultima scoperta riguarda l´ipertensione, per esempio. Un team di ricercatori americani ha scoperto infatti che c´è una fetta di persone più a rischio di vedere la propria pressione sanguigna alzarsi a causa dei problemi economici tipici di questo periodo storico: salari o stipendi bassi.

Lo studio
Chi guadagna poco ha un rischio di soffrire di pressione alta più elevato rispetto a chi guadagna di più, soprattutto se donne o giovani lavoratori di età fra i 25 e i 44 anni. Lo sostengono i ricercatori della University of California di Sacramento, negli Usa, che hanno correlato i fattori di rischio della patologia con il reddito su un database di oltre 6.500 famiglie, analizzando solo i lavoratori di età fra i 25 e i 65 anni, osservate per 7 anni. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica "European Journal of Public Health".
Suddividendo il guadagno annuale in paga oraria in un´analisi statistica, i ricercatori hanno dimostrato che al raddoppio della paga corrisponde un calo del 16% del rischio di diagnosi di ipertensione, l´1,2% in meno ogni due anni e lo 0,6% in meno in un anno.

Donne e giovani a rischio
"I gruppi di lavoratori più giovani e le donne hanno fattori predittivi più forti", ha precisato J. Paul Leigh, che ha diretto lo studio. "Infatti al raddoppio della paga dei giovani corrisponde un calo del rischio fino al 30 % e per le donne fino al 35%, anche se lo studio ha un limite legato soprattutto alle differenze di genere".

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

agroxy.com/prodat/zhmyh-159/chernovitskaya-obl

Мы предлагаем заказать и Примовер купить в любом городе.
https://tokyozakka.com.ua
}