• Sii sano

3.078 visite

Tatuaggi sicuri, guida per non avere problemi

Come scegliere dove farli e su quali parti del corpo

Se non siete tra quelli che associano i tatuaggi solo a calciatori, personaggi di un reality show televisivo o divette del gossip. O anche se vostro figlio o magari il vostro partner vi ha manifestato il desiderio di farsi un tatuaggio. Comunque la pensiate, è importante conoscere alcuni aspetti importanti per farsi tatuare il corpo in tutta sicurezza, senza rischi per la salute.

Regole per tatuarsi senza rischiare la salute
La moda dei tatuaggi, in sé, può piacere o non piacere: ma di sicuro, non ha con sé nulla di cui preoccuparsi. A patto, però, di seguire indicazioni semplici e precise. E allora:

  • Non fidatevi di tatuatori improvvisati: quelli che lavorano in casa, in spiaggia o in discoteca.
  • Rivolgetevi sempre e solo a un tatuatore professionista: l’unico in grado di assicurarvi che le norme igieniche, nel suo laboratorio, vengano rispettate alla lettera. Una circolare del ministero della Salute pone disposizioni precise per i tatuatori: devono avere l’autorizzazione della Asl, utilizzare aghi monouso e indossare sempre camice, mascherina e guanti di lattice.
  • Per capire se il tatuatore è serio, osservate come lavora, chiedete in giro da quanto tempo è aperto il negozio e accertatevi che sia fornito di un’autoclave, cioè l’apparecchio per sterilizzare l’attrezzatura (tutta, tranne gli aghi, che devono essere rigorosamente monouso).
  • Date un’occhiata alle pareti: se sono tappezzate di fotografie di tatuaggi ritagliate da giornali, significa che qualcosa non va, perché i professionisti del settore espongono soprattutto le immagini dei propri lavori.
  • Se il tatuatore è affiliato all’Associazione italiana tatuatori, dovrebbe tenere esposto l’attestato rilasciato dall’organismo stesso. Verificate che ci sia il timbro dell’anno in corso.
  • Per un tatuaggio professionale, non dovrete spendere meno di 70-80 euro. Chi propone tariffe inferiori, dovrebbe farti sospettare qualcosa.
  • Evitate i tatuaggi nelle zone delicate: vicino alle articolazioni, sulle mani, sulla pancia e sulle caviglie. Chi è molto sensibile al dolore dovrebbe preferire le braccia e il torace, dove fa meno male.
  • Il tatuaggio va trattato come una ferita e, quindi, deve essere medicato per una settimana (di solito, con una crema per ustioni).
  • Il tatuaggio può essere cancellato: se non vi piace più, si può eliminare con il laser senza lasciare cicatrici. Ma tenete presente che è un’operazione molto costosa, che si fa in più sedute, e dura parecchio tempo: da 6 mesi fino a due anni, a seconda della difficoltà.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

medicaments-24.com/viagra-sildenafil/

www.iwashka.com.ua

eurobud.com.ua
}