• Sii sano

944 visite

Tumori, arriva il “super-raggio mirato” che evita bisturi e tossicità

Ora anche in Italia lo strumento con minor effetti collaterali e minor sedute della classica radioterapia

È arrivato anche in Italia il super-raggio intelligente capace di bruciare le cellule tumorali senza colpire i tessuti sani circostanti e senza rendere necessario ricoverare il paziente, anestetizzarlo,operarlo con il bisturi; il tutto in dieci minuti di intervento, con una irradiazione di potenza doppia delle super radioterapie disponibili, con super precisione ( 0,3 millimetri di diametro irradiante) e soprattutto con tossicità quasi a zero e stessa garanzia di sopravvivenza nei pazienti malati di tumore al polmone fino ad oggi sottoposti a intervento chirurgico.
.

Come funziona questo apparecchio sofisticato? Si tratta di un acceleratore lineare che permette di erogare dosi di raggi molto elevate e mirate in pochi secondi, distruggendo completamente le cellule tumorali.
A oggi nel mondo sono stati curati con il TrueBeam (questo il nome del nuovo apparecchio) 80 pazienti e l’Humanitas di Rozzano è il primo ospedale in Italia e il terzo in Europa, dopo Zurigo e Amsterdam a essersi dotato di uno strumento del genere.

Come funziona il TrueBeam
Il TrueBeam, nato nella zona tecnologicamente più avanzata al mondo, la Silicon Valley in California (USA), è considerato dagli esperti uno strumento che rivoluzionerà la radioterapia perché consentirà trattamenti che finora non è stato possibile effettuare.
“Con il TrueBeam” spiega Marta Scorsetti, responsabile di Radioterapia e Radiochirurgia in Humanitas “potremo, inoltre, implementare tecniche di ´dose-escalation´ cioè di intensificazione della dose, oppure optare per l´´ipofrazionamento´, riducendo il numero totale delle sedute e migliorando l´efficacia del trattamento”. Non solo. L’alta precisione di questa tecnologia permette di ridurre ulteriormente la dose di raggi ai tessuti sani che circondano il tumore, in modo da rendere il trattamento ben tollerabile, minimizzando gli effetti collaterali.
Quali trattamenti sono possibili con il TrueBeam? Tutte le patologie oncologiche anche in concomitanza con la chemioterapia, come ad esempio nei tumori di testa e collo e in quelli primitivi cerebrali. Inoltre è particolarmente utile per trattamenti estremamente sofisticati su metastasi addominali, lesioni inoperabili del fegato e del pancreas, carcinomi localmente avanzati, non operabili, del polmone e mesotelioma pleurico.
Inoltre è possibile effettuare anche trattamenti su pazienti con recidive di malattia in aree già trattate, grazie alla possibilità di ridurre la dose di radiazione ai tessuti sani. Ad esempio in pazienti con metastasi ossee che condizionano una compressione midollare, è possibile irradiare il tumore senza danneggiare il midollo spinale, con un notevole miglioramento della sintomatologia.
I benefici del nuovo “raggio” sono:

  • imaging ad altissima risoluzione e in tempo reale nel corso della seduta radioterapica;
  • elevatissima precisione di irradiazione, che tiene conto del movimento interno degli organi dovuto al respiro (4D);
  • possibilità di variare l´intensità (dose-rate) facendo un trattamento a dosi localmente più elevate in minor tempo: circa due minuti per l´irradiazione del tumore, 10 in totale per la seduta, compresa la preparazione del paziente.

Questo nuovo apparecchio apre sulla possibilità di cure sempre più efficaci e meno invasive.

Redazione Staibene

https://agroxy.com

www.adulttorrent.org/category/popular-torrents/10

Acheter Dapoxetine 30 mg
}