• Sii sano

6.351 visite

Tutte le tecniche per smettere di russare

Cerchiamo di passare in rassegna le tecniche più diffuse ed efficaci per smettere di russare:sono 7 e tutte facilmente gestibili.

smettere-di-russare

Se parliamo di metodi e strategie per smettere di russare e infelicitare le notti del partner, ciascuno è convinto di avere una sua ricetta infallibile. Che quasi sempre, però, si rivela fallace.

 

Che cos´è il russamento
Il russamento è un rumore che si verifica durante l’inspirazione nel sonno. Dormendo si restringe la cavità dove passa l’aria, perché si rilassa il tono dei muscoli di questa parte dell’organismo, c’è quindi una maggiore resistenza al passaggio dell’aria, e le pareti delle parti molli dietro la lingua, palato molle e alto faringe, si mettono a vibrare.

 

Leggi anche : Ecco perchè si russa

 

Le 7 tecniche per smettere

 

Cerchiamo allora di passare in rassegna le tecniche più diffuse ed efficaci per smettere di russare.

  1. Igiene del sonno
    Bisogna cercare di dormire su un fianco, evitare i pasti abbondanti la sera, non bere alcolici e assolutamente mai prima di andare a letto, non assumere farmaci con forte azione sedativa, perché rilassano i muscoli e favoriscono, o aggravano, le apnee. Chi russa ed è in sovrappeso od obeso deve dimagrire, perché l’adipe favorisce sia il russamento sia le apnee.
  2. Un rimedio fai-da-te
    Fare rumore se qualcuno russa può servire, perché con il rumore il russatore arriva quasi a svegliarsi e quindi smette di russare o riprende a respirare se è in apnea. Il rimedio però è momentaneo: appena il sonno torna profondo, ricominciano sia il russare sia l’apnea.
  3. Il cerotto
    Applicato subito sopra le narici, il cerotto per russatori dilata le vie respiratorie. È un sollievo, ma non una soluzione definitiva, perché aiuta solo a far entrare più aria nelle narici, ma non risolve il problema.
  4. Il ventilatore
    C’è chi russa perché ha un canale congenitamente stretto. In questo caso l’unico rimedio è l’applicazione di un “ventilatore a pressione positiva”, un dispositivo con una mascherina per il viso che pompa aria durante la notte, evitando che si russi e si abbiano apnee.

Leggi anche: Russare fa male al sesso. De lei.

 

  1. La polisonnografia
    La polisonnografia notturna si può fare sia nei centri specializzati che in casa, con una macchinetta portatile che durante la notte registra le fasi del sonno, il russamento, il numero e la durata delle eventuali apnee.
  2. La chirurgia
    In caso di ostruzioni come adenoidi, tonsille o polipi, si interviene con i metodi di chirurgia di asportazione. Per chi russa tanto forte da creare tensioni in famiglia, ma gli esami hanno dimostrato che non ha apnee, è utile la microchirurgia con il laser o le radiofrequenze, da fare in ambulatorio o in day hospital.
  3. I centri del sonno
    I centri di medicina del sonno sono strutture specializzate in cui si studiano e si curano tutti i disturbi legati al riposo notturno. In genere vi si rivolge il coniuge che non può dormire per il russare dell’altro, o è preoccupato perché «smette di respirare». Sono molti anche i single che non si accorgono di russare, ma si svegliano improvvisamente con la sensazione di non riuscire a respirare.

 

Leggi anche: Apnee notturne, quando il troppo russare toglie il respiro

 

Tag:
Redazione Staibene

лечение от алкоголизма киев

Узнайте про авторитетный блог с информацией про https://jaamboo.com.ua.
yeti sizes
}