• Sii sano

2.174 visite

Uova di Pasqua e colombe, istruzioni per l’uso

Con l’arrivo della Pasqua a tavola o in pasticceria è tutto un trionfo di dolci pasquali. Ecco il calcola calorie di Pasqua per sapere cosa mangi e qualche trucco per colomba e uova di cioccolato.

Uova di Pasqua e colombe, istruzioni per l’uso

Vietato non mangiarli, vietato mangiarne troppo. Prendetela come raccomandazione più importante, per la Pasqua: impossibile pensare di privarsi dei due dolci simbolo di questa festività, la colomba e l’uovo di cioccolato. E allora, tanto vale concedersene una porzione. Stando però bene attenti ad alcuni importanti accorgimenti e ispirandosi alla moderazione.

 

La colomba di Pasqua

Tutti i nutrizionisti concordano sul fatto che mangiarla si può (sempre non soffriate di patologie particolari che escludano tassativamente il consumo di dolci), ma senza superare una fetta, pari a circa 100 g: in questo modo, assumerete circa 340 calorie, le stesse che si trovano in mezzo piatto di pasta scondita. Quante calorie  nel pranzo Pasquale?

 

Calcola calorie dei cibi di Pasqua 

 

Attenzione, però: i carboidrati della colomba sono soprattutto zuccheri semplici. E i grassi sono saturi. Ciò significa che entrambi saranno più difficili da assimilare. Se poi la colomba che portate in tavola non è quella tradizionale, ma è arricchita da cioccolato o altri ripieni (frutta, liquori o altro ancora), calcolate sempre un sur di calorie.

 

 

L´uovo di cioccolata

 

Passiamo all’uovo. Il cioccolato ha mille virtù benefiche per l’organismo: ha poche proteine, molti grassi “buoni” anticolesterolo buono” e zuccheri facilmente assimilabili.

 

Leggi: Ecco perchè fa bene il cioccolato

 

Contiene magnesio, ferro, fosforo, potassio e calcio. È addirittura consentito ai diabetici, perché ha un basso indice glicemico: quando viene assorbito dall’organismo, lo zucchero nel sangue si alza gradatamente e non in fretta come quando si consumano bevande zuccherate o altri alimenti dolci.

Nonostante questo, però, dal punto di vista energetico il cioccolato è un’autentica “bomba”: 100 g fondenti apportano 515 calorie, la stessa quantità di prodotto al latte addirittura 545. La moderazione, dunque, si impone.

Un piccolo trucco? Riducete al lumicino la porzione di uovo che consumerete a pranzo e riservate una concessione in più alla sera: studi scientifici hanno dimostrato che se si mangia cioccolato prima di cena, l’organismo riuscirà a smaltirlo più facilmente e rapidamente.

 

Leggi anche: Ecco i cibi che aumentano il colesterolo “

Redazione Staibene

}