• Sii sano

650 visite

Gran caldo in arrivo? Vademecum per difendersi

Le strategie più efficaci, età per età, anche a tavola

Così il caldo mette a rischio la salute
Nei periodi più caldi dell’anno, quando la colonnina di mercurio sembra essere costantemente in salita e le temperature si fanno bollenti, chi è costretto a rimanere in città deve fare i conti con i mille malesseri, più o meno seri, causati dall’afa.
Le ripercussioni sul fisico si fanno sentire in ogni momento della giornata scatenando inappetenza, cali di pressione di giorno e insonnia durante la notte.
I consigli degli esperti sono quelli che tutti, ormai, dovrebbero conoscere: vestirsi in modo leggero, evitare di uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 17, e bere di più per reintegrare i liquidi che si perdono con la maggiore sudorazione.
Oltre a una maggiore esposizione alle patologie più serie (come i problemi collegati alla circolazione sanguigna), i maggiori nemici di questo periodo dell’anno sono colpi di sole, crampi notturni, calo di pressione e insonnia. Vediamo nel dettaglio come affrontarli.

IL COLPO DI SOLE – Si presenta con un malessere generale, mal di testa, vertigini e nausea. La temperatura del corpo si alza. Di solito si risolve distendendosi in un luogo fresco e mantenendo le gambe più in alto rispetto alla linea del corpo. Può essere utile avvolgere la testa in un asciugamano immerso in acqua fredda.

I CRAMPI NOTTURNI – Compaiono con un dolore improvviso e netto al polpaccio o alla coscia. In estate sono più frequenti perché il tessuto muscolare risente della carenza dei sali minerali dispersi con il sudore. Altra causa può essere una posizione scorretta assunta nel sonno per colpa dell’afa, con il risultato di comprimere i vasi sanguigni. I rimedi? Eliminare alcune sostanze che li favoriscono (alcol, nicotina, diuretici, cortisonici), mettere un cuscino sotto il materasso ai piedi del letto per migliorare la circolazione.

IL CALO DI PRESSIONE – Si avverte con un senso di instabilità e astenia. Se dovuto al gran caldo, possono bastare le stesse precauzioni che si adottano per il colpo di sole. Per prevenirlo, attenzione alla tavola: bere molto, consumare frutta e verdura in quantità. Un piatto ideale? Prosciutto e melone, perché abbina il sale all’acqua e al potassio.

L’INSONNIA D’estate colpisce anche chi abitualmente si addormenta senza problemi. La colpa è del nostro cervello, che con l’aumentare delle ore di luce produce meno melatonina (l’ormone principale responsabile del sonno). Ma un’altra indiziata è la temperatura del corpo: dovrebbe abbassarsi per favorire il riposo, ma non ci riesce proprio per il gran caldo. Che fare? Aerare bene la stanza, non dormire al pomeriggio, niente fumo prima di andare a letto.

Redazione Staibene

agroxy.com/prodat/kukuruza-141/vinnitskaya-obl

agroxy.com

бальзам Shiseido
}