• Sii sano

2.375 visite

Influenza, come cavarsela quando arriva il “picco”

Piccola guida anti-influenza nel comportamento in casa, al lavoro a tavola e con gli amici. Cosa mangiare e quali farmaci usare o evitare.

influenza picco

Se fate parte di quella pur corposa pattuglia di fortunati, che sono riusciti a passare indenni le prime settimane di epidemia  da influenza  (e se non siete vaccinati), il primo consiglio è leggere alcune raccomandazioni utili e facili da mettere in pratica. Vediamole.

Alcuni comportamenti rendono più efficienti le difese immunitarie nella battaglia contro i virus. Utili per tutti, devono diventare una regola fissa.

1) Dormi il giusto. È scientificamente dimostrato che il sonno ha un inlusso diretto sul sistema immunitario. Attenzione, dunque, se siete nottambuli perché il sonno di recupero (il classico pisolino pomeridiano) non ha le stesse proprietà benefiche del riposo notturno.

2) Fai attività fisica. Muoversi con regolarità (agli anziani basta anche una semplice passeggiata) stimola l’attività di alcune cellule che nel sistema immunitario rappresentano le prime difese che l’organismo mette in atto di fronte a un’aggressione.

3) Copriti bene e con criterio. Non importa tanto quanti strati di lana ci mettiamo addosso. Conta evitare gli sbalzi di temperatura, che hanno un’azione irritante sul sistema respiratorio e indeboliscono le difese immunitarie.

4) Evita i luoghi affollati. Cercate di ridurre, per quanto possibile con le proprie attività quotidiane, il contatto in luoghi chiusi con molte persone: autobus, cinema… Facilitano la trasmissione dei virus. Se non potete prendere l’auto, allungate il tratto da fare a piedi. Rinunciate al cinema o al teatro per un paio di settimane. E in ufficio, aerate l’ambiente di tanto in tanto.

5) Lava spesso le mani. In questo modo si riducono al minimo le probabilità di consentire ai germi (che possono sopravvivere sulla pelle anche tre ore) di introdursi nell’organismo attraverso gli occhi, il naso o la bocca.

 

Sai riconoscere l’influenza? Scoprilo con il TEST

 
Come liberarsi in fretta dell’influenza
Avete evitato i luoghi affollati, vi siete lavati le mani dopo ogni contatto, ma nonostante tutto questo vi siete contagiati.
I sintomi sono inequivocabili: dolori alle braccia, alle gambe e alla schiena, mal di gola o tosse, il tutto accompagnato da brividi e febbre oltre i 38 gradi. Che fare per uscire prima possibile dalla morsa dell’influenza?
Innanzitutto bisogna capire se è davvero influenza o solo un banale anche se forte raffreddore.

Se davvero si tratta di influenza, partiamo da un presupposto valido per tutti: non fare gli eroi, ma rimanere in casa al caldo.
In questo modo si eviteranno non solo possibili complicanze, ma anche di contagiare i colleghi del lavoro o tutti quelli con cui normalmente entrate in contatto durante la giornata.

 

Leggi anche: L’influenza si combatte anche con le erbe

Quali medicine

 

Se consideriamo che l’influenza è un virus, per contrastarla non rimane che adottare una terapia sintomatica. Significa che il ricorso agli antibiotici è inutile, a meno che non ci sia febbre alta persistente accompagnata da dolore al torace, possibile segnale di bronchite.
In ogni caso, gli antibiotici devono essere sempre prescritti dal medico, mentre per abbassare la febbre o contrastare gli altri sintomi, vanno bene gli antipiretici (che abbassano la febbre) come il paracetamolo o l’acido acetilsalicilico, o gli analgesici (che agiscono sul senso di malessere, sulla cefalea e sui dolori articolari e muscolari).
Gli esperti raccomandano, però, di ricorrere agli antifebbrili solo quando la temperatura supera i 38,5 gradi, perché la febbre è una delle armi naturali con cui l’organismo cerca di difendersi contro i virus dell’influenza.

Per chi proprio non sopporta l’idea di restare qualche giorno a casa con l’influenza c’è una nuova classe di farmaci: gli inibitori della neuraminidasi (come lo zanamivir), che risulta però davvero efficace solo se assunto entro due giorni dalla comparsa dei sintomi.

In caso di tosse, se c’è molto catarro, ma è “morbido”, ricorrete a uno sciroppo espettorante (come quelli a base di paracetamolo, prometazina cloridrato, destrometrorfano bromidrato). Se il catarro è “duro”, meglio uno sciroppo mucolitico (a base di ambroxol cloridrato o di N-acetilcisteina).

Per gli amanti dei rimedi naturali, può essere efficace una tisana con un cucchiaino di cannella, tre chiodi di garofano e miele.

 

Leggi anche: Tisane e piante, precauzioni per l’uso

<!–nextpage–>

 

A tavola, la tua arma in più

 
L’alimentazione può dare un contributo molto importante sia per quanto riguarda la prevenzione, sia dal punto di vista dell’approccio terapeutico all’influenza già in corso. Il motivo? Semplice, aiutare a contrastare efficacemente i sintomi e a rendere più rapida la guarigione.

Più bevi, prima guarisci. In caso di febbre alta e forte raffreddore, si verifica sempre una perdita abbondante di liquidi che devono essere reintegrati per mantenere alte le difese immunitarie. Gli esperti suggeriscono almeno di bere almeno 6 bicchieri d’acqua al giorno, ma vanno benissimo anche le più classiche spremute di arancia (o altri agrumi, che apportano la preziosa vitamina C), tè o tisane, centrifugati di frutta o verdura.

 

Leggi anche: Bevi poco? Cosa rischi se sei disidratato

 

Dove trovare i nutrienti più preziosi

Nella dieta abituale, che dovrà per forza di cose essere più leggera rispetto a quella che si segue in condizioni di salute normali, andranno inseriti i mandarini, il pompelmo e i kiwi, ricchissimi di vitamina C. Ma ci sono anche altre sostanze molto utili all’organismo, quando si è influenzati: si tratta della vitamina E, dello zinco, dei carotenoidi, del selenio e del rame.

Dove trovarli? Lo zinco è nel latte e nei frutti di mare, i carotenoidi nei vegetali giallo-arancione (come carote e zucca) e in alcuni a foglia verde (spinaci); il selenio è nel pesce, nella carne (bianca e rossa) e nei cereali. Il rame è nelle noci, nei legumi, nella carne di pollo, nel pesce e nei cereali.

 

Leggi anche: Le 8 vitamine indispenabili per la donna

Tag:
Redazione Staibene

У нашей компании интересный веб портал с информацией про Виагра профессионал также читайте
Вы можете niko-centre.kiev.ua у нашего менеджера.
link pillsbank.net
}