• Sii sano

VIDEO – Sgridata o sculacciata? Ecco cosa è meglio con i figli

Quando i genitori si trovano a gestire bambini disubbidienti e devono ricorrere alle punizioni le scelte più frequenti sono 3: sculacciata, coccole o sgridate. Ecco, secondo uno studio universitario, quale funziona meglio e perché

Quando il bambino  pestifero disubbidisce, la punizione migliore è la sculacciata, l’urlo o la coccola?

Per rispondere ad una domanda così semplice eppure così importante per l’educazione dei figli  i ricercatori dell’Università del Michigan hanno spiato il comportamento di 106 genitori con figli tra i 3 e i 5 anni  al ristorante, nei parcheggi e nei centri commerciali  ed hanno stilato  una mappa del comportamento del genitore:

1.      il 23% dei genitori reagisce con un tocco negativo, schiaffo o sculacciata;

2.      il 33% con coccole o carezze per cercare di convincere i bimbi;

3.      il 44%  né coccole né carezze ma urla, insulti o altro tipo di  pressioni psicologiche.

Sorprendente è sapere che le più manesche sono le mamme, soprattutto con i bimbi maschi, mentre i i più affettuosi sono i papà, propensi alle coccole.

Quanto  alla punizione che funziona di più, i ricercatori hanno accertato che  i bambini sculacciati reagiscono negativamente e si irrigidiscono, quelli sommersi di urla, strepiti ed insulti tendono a dire più bugie e psicologicamente sono più destabilizzati.

I risultati migliori i sono stati  ottenuti dai bimbi ripresi con le coccole convincenti.

In conclusione: i bambini reagiscono peggio quando sono trattati con durezza e meglio se con delicatezza.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

}