• Sii sano

4.631 visite

Lo yoga e il lato oscuro che nessuno racconta

Lo yoga ha un suo lato oscuro: un libro inchiesta cerca di chiarire i punti controversi e le conseguenze non sempre positive della più diffusa disciplina orientale.

Dello yoga, da quando si è affermato anche in occidente, abbiamo sempre sentito parlare soltanto in termini positivi. Lo yoga sembra avere benefici per praticamente ogni aspetto della vita dell´individuo: non solo fisico, ma anche psicologico. Fino a oggi nessuno aveva mai cercato di capire fino in fondo se tutto questo fosse vero, se non ci fossero dei lati poco conosciuti e non così terapeutici di questa antica disciplina di origine indiana.
E così, lo yoga è potuto crescere fino a raggiungere 250 milioni di praticanti nel mondo, di cui 20 milioni negli Usa e circa un milione e mezzo in Italia.

 

Leggi anche: Lo yoga? Mette il turbo al cervello ma…

 

Almeno 12 i diversi stili praticati nel mondo, dal più antico “Hatha”, precursore di tutto lo yoga posturale dai tempi dell´India medioevale, al più moderno ed occidentale “yogafit” in voga nelle palestre e nei centri benessere.

Ora un autorevole giornalista scientifico del quotidiano Usa “New York Times”, William Broad, due volte premio Pulitzer e praticante yoga dal 1970, ha deciso di approfondire la questione. E capire se davvero questa disciplina ha  solo benefici e nessun difetto. Tutto in un nuovo libro, “La scienza dello yoga” (Dalai editore).

 

Leggi anche: Mal di schiena: lo yoga funziona solo se è quello giusto

 

Non solo benefici, anzi
“A furia di vederlo sponsorizzare  da celebrities, mass media e presunti guru, la situazione è peggiorata, alimentando la confusione, offuscando sempre di più l´origine di questa disciplina e anzi alimentando ambiguità e imprecisioni circa la filosofia che ne è alla base”, dice William Broad.

“Si tende inoltre ad evitare di parlare di qualsiasi aspetto negativo  e c´è molta confusione sulla trasformazione degli stili attraverso un processo di reinvenzione moderna.

Praticare la disciplina   ha così anche prodotto ondate di infortuni. I medici hanno scoperto che alcune posizioni possono causare danni”.

 

Leggi anche: Ecco perchè lo Yoga fa bene… ma non a noi

 

Una disciplina controversa
Broad, con entusiasmo e rigore scientifico, descrive verità e illusioni, benefici (moltissime le ricerche mediche a favore) e pericoli, mettendo in guardia il lettore dai possibili danni che possono derivare dalla disciplina.

ed in uno studio approfondito sulle frodi e gli imbrogli in campo scientifico ,condotto insieme a Nicholas Wade ha concluso che è più probabile che le frodi abbiano successo nelle aree di ricerca dominanti e non soggette a polemiche come l’immunologia: “L’accettazione di risultati fraudolenti rappresenta l’altro lato della medaglia: la resistenza a idee nuove”.

L´autore azzarda anche come sarà questa disciplina orientale fra cento anni: ancora controverso con esperti che contenderanno lo scettro dello stile più spirituale che avvicini all´immortalità da una parte e dall´altra una pratica sempre più popolare ed importante per la società, con studi scientifici corposi e quindi accademie e medici-yogi ufficiali che forniscono terapie più affidabili di quelle farmacologiche e istruttori certificati quanto i fisioterapisti.

 

Leggi anche: Curare la depressione? Con yoga e camminate si può

Redazione Staibene

agroxy.com

jaamboo.com.ua

Этот классный интернет-сайт про направление казено онлайн casino-online-ua.info
}