• Sii sano

4.386 visite

Zucchero o miele? Come scegliere il meglio in ogni situazione

Chi è più light? E chi è più adatto a un’alimentazione corretta? Istruzioni per golosoni costretti a fare i conti con la bilancia

Uno è naturale, sano, energetico, il più completo alimento presente in natura. L’altro è il più diffuso e usato dolcificante quotidiano. Il primo è spesso scambiato per leccornia da golosoni (quando invece funziona benissimo anche come sostituto dell’altro); il secondo è considerato il più classico nemico della bilancia. Il miele e lo zucchero: in un’ideale sfida tra titani dell’universo dolce dell’alimentazione, chi vince il premio della nutrizione corretta?

Il miele

Rispetto allo zucchero, il miele ha meno calorie: 320 contro 392 in 100 g di prodotto.

La presenza del fruttosio garantisce maggior potere dolcificante ed è un prodotto sano, non sintetico, e che non viene trasformato in nessun modo. L’unico trattamento che subisce è la cristallizzazione, un processo naturale che non altera le sue qualità nutrizionali: liquido al momento della produzione, non riesce a rimanere tale troppo a lungo perché gli zuccheri (che lo compongono all’80%) solidificano.

La velocità di questo processo dipende dal tipo di miele: alcuni, ad esempio quello di girasole o di tarassaco, ci mettono pochi giorni; altri, come quello di acacia, castagno e melata, possono restare liquidi anche per un anno.

Ogni tipo di miele ha un suo sapore, odore, colore, tempo di cristallizzazione perché proviene da molte varietà di nettare di fiori: in un giorno le api di un alveare possono arrivare a visitare fino a 200 000 fiori.

Ha molte proprietà: emollienti per le infiammazioni di gola, stomaco e intestino, e proprietà  antibatteriche per curare infezioni o ustioni. Poichè contiene fruttosio, un componente più dolcificante dello zucchero, ne serve meno rispetto allo zucchero per ottenere identico risultato; inoltre il miele contiene il 20% di acqua, quindi ha un contenuto calorico leggermente inferiore allo zucchero.

Lo zucchero

In realtà, quello che troviamo sugli scaffali del supermercato dovremmo chiamarlo saccarosio, ed è solo uno dei tanti tipi di zucchero esistenti. Il saccarosio stesso è composto da molecole di altri zuccheri: una di fruttosio e una di glucosio.

Con le sue 4 calorie per grammo (un cucchiaino, pari a 5 grammi, dà quindi 20 calorie), lo zucchero dovrebbe occupare nella dieta di una persona sana e senza bisogno di perdere peso una percentuale del 10-15%.

Non esiste una dose ideale, dipende dall’età, dal peso e dalle condizioni di salute. Una persona sana, nell’arco delle 24 ore, per non avere ripercussioni sulle abitudini quotidiane e sulla salute in generale, dovrebbe assumerne tra un minimo di 50 grammi e un massimo di 100 g.

Redazione Staibene

Был найден мной популярный портал с информацией про удаление волос лазером https://botoxclub.com.ua
http://farm-pump-ua.com/anapolon1.html

Этот авторитетный веб сайт , он описывает в статьях про Капли для глаз.
}